Le pubblicazioni

Titolo: Levante o giù di lì Racconti vecchie e nuovi di una viaggiatrice
Autore: Barabra Marengo
Prezzo: 19,00€
Genere: Racconti
Levante o giù di lì Racconti vecchie e nuovi di una viaggiatrice
Barabra Marengo
Editore: Casa Editrice el squero
Pagine: 256
Formato: 14x21 cm

È un viaggio lungo le antiche rotte del Mediterraneo, un itinerario che insegue storia, arte e cultura, vite di persone che hanno vissuto nel corso dei millenni sulle rive del Mare Nostrum.

Molti personaggi protagonisti dei capitoli del libro sono partiti da Venezia, o con Venezia hanno avuto ed hanno ancora un legame, come l’Imperatrice Elena madre di Costantino , le cui reliquie sono onorate nella antica chiesa di Sant’Elena, o come Barbara da Nicomedia, che riposa nell’omonimo oratorio a Burano. Il Mediterraneo, che è stato fonte di ricchezza per Venezia e le sue rotte commerciali, ha ispirato i racconti di questo volume poiché l’Autrice ha vissuto esperienze di vita e di lavoro dalle più diverse latitudini di questo mare comune, riallacciando i fili della storia della sua città, Venezia, con antichissime vicende: luoghi che nella memoria collettiva ricordano eventi gloriosi, come Lepanto sede di una delle battaglie navali più famose, o Bisanzio/Costantinopoli/Istanbul, dove Venezia si installò con i suoi fondaci dal IX, X  secolo , o le isole Cicladi per secoli sentinelle di controllo per le navi veneziane per le rotte del Levante, assieme a personaggi estremamente affascinanti come l’archeologo Belzoni padovano, o Cecilia Venier diventata sposa del Sultano.

 I luoghi descritti in questo volume richiamano il lettore all’attualità, poiché la storia corre sul filo dei secoli e si ripete, con il mare Mediterraneo al centro di contese, guerre, crisi geopolitiche: arte e cultura si inseguono attraverso le pagine del libro, arte e cultura che viaggiavano assieme alle galee nel corso di centinaia di secoli, trasportando idee e conoscenze, contatti tra i popoli e contrasti.

 Se Andrea Palladio conosceva il suo contemporaneo Sinan che progettava edifici civili e religiosi sulle rive del Bosforo, se la fama di Leonardo da Vinci attraverso Venezia era giunta alle soglie del Gran Palazzo del Sultano ottomano, se i mosaici della odierna Tunisia si rispecchiano in quelli della Basilica di San Marco, se i soldati del Regno di Sardegna nel 1853 combatterono in Crimea e furono seppelliti ad Istanbul…… questo libro può essere una risposta ai  tanti interrogativi che la storia ci sottopone ogni giorno .

Sentimenti ed emozioni che l’Autrice ha voluto trasmettere attraverso le pagine del libro, frutto di ricerche compiute nei formidabili edifici veneziani che ospitano documentazioni ricchissime, tesori incommensurabili presso l’Archivio di Stato o la Biblioteca Nazionale Marciana, che esiste perché uno dei personaggi del libro, il cardinale Bessarione, lasciò alla Serenissima il suo fondo di preziosi volumi nel XV secolo

Passato e presente affiorano quindi sotto gli occhi del lettore, in un confronto continuo che spiega come la “storia siamo noi”, come canta Francesco de Gregori, anche se troppo spesso ce ne dimentichiamo.




Barbara Marengo è nata a Venezia, dopo aver frequentato il liceo classico Pietro Orseolo II si laurea in Scienze Politiche  presso l’Università di Padova, con una tesi in Storia contemporanea dal titolo “La censura della stampa a Venezia sotto la dominazione austriaca”.

Giornalista pubblicista, collabora con la rivista “Gente Veneta” e trasferitasi a Roma si occupa di cronaca, società e cultura per il quotidiano “l’Osservatore Romano”. Collabora inoltre con l’Agenzia di stampa ADN Kronos, per la quale -per due edizioni consecutive- segue la Mostra del Cinema di Venezia. Pubblica una serie di articoli di argomento storico e di attualità per le riviste il “Corriere  di Tunisi” e la “Gazzetta di Istanbul”, di Istanbul.

A Tunisi frequenta i corsi dell’Università “Habib Bourguiba” dove perfeziona la lingua araba, scritta e parlata. Sposata con un Diplomatico italiano, trascorre lunghi periodi all’estero, in Albania, in Germania, in Tunisia, in Marocco, in Grecia e in Turchia.

Rientrata  a Roma fonda con due partner la società “Album”, rivolta all’organizzazione di eventi in tutti i campi della cultura ed organizza numerosi eventi letterari, tra i quali la prima edizione del premio “Sabbie” per l’AIRL, Associazione italiani rimpatriati dalla Libia. Collabora inoltre in varie manifestazioni con la galleria il “Chiostro del Bramante” di Roma.

A seguito della nomina del marito ad Ambasciatore presso la Repubblica Ellenica prima e la Repubblica di Turchia poi, collabora attivamente con il servizio culturale delle Rappresentanze diplomatiche per l’organizzazione di numerosi eventi culturali, sviluppando iniziative incentrate sui rapporti tra la Serenissima ed il Levante. Nel quadro delle iniziative organizzate in Turchia per il 150° anniversario dell’Unita d’Italia cura la regia dell’opera “Gianni Schicchi” di Giacomo Puccini, con artisti turchi che si sono esibiti in diverse rappresentazioni ad Ankara e ad Istanbul.

Parla e scrive correntemente francese, inglese, spagnolo oltre a greco e tedesco. La sua preparazione culturale e le esperienze acquisite negli anni di vita all’estero la rendono una specialista di questioni mediterranee.


PER ACQUISTARE ON LINE POTETE FARLO CON PAY PAL O TRAMITE BONIFICO CONTATTANDOCI VIA EMAIL 
info@casaeditriceelsquero.it


Altri volumi dello stesso genere

Cavallettere Vittoria Annechini, Jacopo Babuscio,Francesco Bastianon Valentina Confuorto, Geraldine D’Ancona, Francesca Faggiano, Ginevra Falciani, Marta Magrin, Massimiliano Mattiuzzo, Francesca Pangallo, Ruben Salerno

  • Racconti
  • Data pubblicazione: 2021
  • Pagine: 120
Dettagli

Destini paralleli Luca Perale

  • Racconti
  • Data pubblicazione: 2019
  • Pagine: 144
Dettagli

I tigli di Capo Horn Giorgio Omacini

  • Racconti
  • Data pubblicazione: 2019
  • Pagine: 96
Dettagli
Scopri gli altri volumi di questo genere
Pubblica con noi
Riusciamo a pubblicare mediamente una dozzina di nuovi libri all’anno, insieme ad autori con cui abbiamo un rapporto consolidato ed altri che conosciamo grazie al passaparola. Il numero di pubblicazioni annuali raggiunto è adeguato per poter aver cura dei libri. Il nostro obiettivo non è stamparli, ma, insieme all’autore, valorizzarli.
scopri di più